Vetrine refrigerate: una storia d’amore fra design e funzionalità

20 aprile 2017

“Tutto sembra uguale, tutto sembra diverso. Ogni locale che il mio sguardo esplora, ogni bar allunga le giornate sempre nello stesso modo. Insomma, sono alla ricerca di qualcosa che mi colpisca, love at first sight.”

Il desiderio di ogni cliente è quello di entrare spavaldo, innamorarsi di un prodotto e portare a casa una storia d’amore. Magari, tornare con gli amici, salutare con confidenza il bartender – “Hei, Lous, como estas?” – e mostrare, orgoglioso, di essere proprio come a casa sua.

Il desiderio di chi sceglie di aprire un nuovo locale o di rinnovare quello esistente è di brillare, avere una luce che altri non hanno, di rilasciare quell’allure che può regalare solo un luogo dove design, tecnologia e poesia si incontrano. E da qui parte un viaggio alla ricerca di elementi che donino irripetibilità dell’esperienza e funzionalità al proprio locale. Gli arredi, la loro collocazione, gli elementi funzionali ad un locale:  un delicato equilibrio di ingredienti da cucinare a fuoco lento e da mantecare con amore.

Le frontiere del design per un locale indimenticabile passano  per i desideri dei consumatori e le idee di chi i locali li crea, li vive, li fa respirare. E la presentazione del prodotto è tutto: la trasparenza, la fluidità, la performance sicura. Partendo dallo scrigno dei desideri di ogni avventore: la vetrina, la teca, l’esposizione. Dei sogni, dei piccoli tesori per il palato, delle prelibatezze.

Una vetrina refrigerata totalmente trasparente, lontana da ogni schema. Un prodotto esteticamente innovativo e tecnologicamente differente. Una sola parola, Jobs.

Non restate intrappolati nei dogmi, vi porteranno a vivere secondo il pensiero altrui. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui zittisca la vostra voce interiore. E, più importante, abbiate il coraggio di seguire il cuore e la vostra intuizione.

Con queste parole, che si tratti di un cocktail bar o di un’elegante gelateria artigianale, l’intento di scegliere il proprio stile è chiaro. Una vetrina refrigerata è l’elemento di presentazione principale per i propri prodotti, il primo bacio tra gli occhi e le vertigini del sapore. Ci si innamora con uno sguardo, ci si ama seguendo le linee, le sfumature ed i colori del prodotto e ci si conosce al momento del primo assaggio. Insomma, la trasparenza, la fluidità e la performance sicura sono elementi imprescindibili per la storia d’amore tra i clienti e le prelibatezze presentate all’interno di una bacheca per gli occhi ed il cuore.

Vetrina refrigerata: la trasparenza come valore aggiunto

Quando apri un locale, i passi verso la realizzazione completa del design può essere lunga ma emozionante. Il bisogno di trovare un equilibrio tra le varie componenti è pressante ed avere la sicurezza di trovare una vetrina refrigerata che presenti i prodotti in modo essenziale, dove siano le creazioni dell’artista, le vere opere da valorizzare, è una necessità (quasi) fisiologica.

Ecco che la scelta della vetrina refrigerata diventa una scelta di stile, oltre che funzionale. Questa deve accompagnare il cliente in ogni fase dell’acquisto: dal “primo incontro” fra occhi e prodotto, passando per il gusto, fino al sapore del ricordo. Insomma, la vista è tutto.

I sensi umani, secondo moltissimi studi, sono intrecciati fra loro in una dolcissima danza di impulsi nervosi che si influenzano a vicenda. La vista orienta il gusto che orienta la preferenza a scegliere un prodotto rispetto ad un altro. Ecco allora che diventa fondamentale mostrare le creazioni, i prodotti, in una cornice trasparente, inesistente ma consistente dove tutto resta com’è. Don’t say, show.

Vetrina refrigerata orizzontale: la sicurezza della performance

Interno notte, il locale si spegne, cala il buio sui dettagli di quel piccolo mondo. Lei, però, non si arrende: le vetrate trasparenti la rendono protagonista. I prodotti, le creazioni, quei piccoli trionfi di creatività e bontà sono esposti ai passanti che, nella fretta del ritorno, si incantano attirati come falene alla luce.

La vetrina refrigerata orizzontale, illuminata come un salone in festa, offre alla loro vista un banco di bontà che solo il giorno dopo potranno gustare. Torneranno.

E nel frattempo, nella notte, l’autonomia della vetrina refrigerata che hai scelto, quella che pare quasi incastonata nel design scelto per il locale, fa il suo dovere da buon soldato. I lampioni  si sono spenti, gli allarmi han cominciato i loro ululati alla notte e i frigoriferi son fermi. Solo lei, continua a restare lì. Affidabile. Forte. Valchiria.

Jobs è più di una semplice vetrina trasparente: è sintesi di tecnologia e design. Come il non tessuto di una storia di altri tempi, avvolge e protegge i prodotti per mostrare soltanto la verità. La sua essenzialità premia la bellezza, la qualità e la freschezza.

Vetrine refrigerate: la fluidità del design

La maggior parte dei passanti tornerà, dopo la notte. Tutti sanno che la vista influenza il gusto ma quello che più colpisce, una volta attirati dalle forme e dai colori, è il sapore. La vetrina refrigerata abbatte la barriera e pare quasi invitare il cliente a pescare il suo desiderio gastronomico con le sue mani. La fluidità del design gioca, qui, il fondamentale ruolo di unire la temperatura giusta per ogni tipologia di prodotto.

Le vetrine refrigerate sono, infatti, costruite per adattarsi ad ogni tipologia di ambiente e di design. Vengono progettate per animare gli spazi e per presentare e preservare i prodotti. Veri giunti di connessione fra design e gusto. La scelta della vetrina refrigerata, che sia per le esigenze di una gelateria artigianale dove l’aspetto della refrigerazione è primario o per un locale, deve essere fatta in modo consapevole ed attento, tenendo in considerazione ogni aspetto delle proprie necessità commerciali e strizzando sempre un occhio al design.

Scegliere una vetrina refrigerata che abbatte le barriere come la linea Jobs, può donare una nuova soglia di esperienza di degustazione al cliente finale, garantendo innovazione ed un’altissima prestazione.

 

Richiedi maggiori informazioni sui prodotti Orion, la tua storia d’amore inizia qui.

Francesca Cora Sollo

Digital Strategist innamorata (persa) del digitale. Aiuto le piccole aziende a raccontarsi in rete attraverso la comunicazione morbida. Credo negli abbracci digitali che diventano reali e che il mondo sia una giungla ma se sei strategicamente te stesso e sorridi forte (forse) ti salvi.

Mi occupo di copywriting, content design e social media marketing.